Urban Forestry, la soluzione per migliorare la qualità della vita in città

11/12/2017 – Mettere la forestazione urbana in cima all’agenda internazionale dei governi e delle istituzioni internazionali e locali e raccogliere adesioni, esperienze e progetti per invertire il cambiamento climatico, favorire la sopravvivenza delle specie viventi e rendere le città più verdi, salubri e piacevoli.
 
Nel frattempo iniziare con la creazione di nuovi parchi e giardini, la trasformazione dei tetti in prati urbani, dei muri di cinta in facciate verdi e dei cortili in oasi verdi e con il potenziamento dell’agricoltura urbana.
 
È l’appello per l’Urban Forestry lanciato dai progettisti del primo Bosco Verticale a Milano, guidati da Stefano Boeri, in previsione del primo World Forum on Urban Forests promosso dalla FAO (Food and Agriculture Organization), che si terrà dal 28 novembre al 1 dicembre 2018 a Mantova.
 
L’appello è rivolto ad architetti, urbanisti, botanici, agronomi, forestali,..
Continua a leggere su Edilportale.com


Fonte: Edilportale