Revisione catastale, il Comune deve motivare l’aumento del valore dell’immobile

13/09/2019 – Il Comune può effettuare una revisione catastale per ragioni perequative, spiegando al contribuente perché il valore del suo immobile è aumentato, come è stato ricalcolato e, soprattutto, perché sarà chiamato a pagare tasse più alte.
 
La Cassazione, con la sentenza 22671/2019, nell’ambito di un contenzioso tra un proprietario e l’Agenzia delle Entrate, ha dettato una serie di regole per coniugare le esigenze di revisione catastale con la tutela del contribuente.
 
Revisione catastale, il vademecum della Cassazione
È necessario fare una premessa. In Italia gli immobili sono registrati al Catasto all’interno di diversi gruppi, che ne indicano la tipologia, la destinazione d’uso e la rendita. Le classi catastali sono degli indici che esprimono il grado di redditività di un immobile. La classe catastale di un immobile è determinata..
Continua a leggere su Edilportale.com

Powered by WPeMatico