Pertinenze o abusi edilizi? Ecco come riconoscerli

21/11/2017 – Per capire se un’opera edilizia, realizzata durante un lavoro di ristrutturazione, è classificabile come pertinenza bisogna valutare l’utilizzo cui è destinata e le sue dimensioni. Se è una pertinenza sarà sufficiente la Scia. In caso contrario, per non commettere abusi sarà necessario il permesso di costruire.
 
La spiegazione è arrivata dal Consiglio di Stato con la sentenza 5180/2017.
 
Pertinenze, come riconoscerle
Dal punto di vista civilistico, in base all’articolo 817 del Codice Civile, una pertinenza è destinata in modo durevole “a servizio o ad ornamento di un’altra cosa”. Questo significa che non deve trattarsi di un manufatto autonomo.
 
Ai fini edilizi, hanno spiegato i giudici, per essere considerato “pertinenza”, il manufatto non deve avere un autonomo valore di mercato e non deve incidere sul carico urbanistico attraverso la creazione..
Continua a leggere su Edilportale.com


Fonte: Edilportale