Le città italiane, inquinate ma sempre più a misura di pedone

15/12/2017 – Nel 2016 il limite annuale per l’NO2 ( biossido di azoto) è stato superato in 21 aree urbane, mentre va meglio per il PM2,5 (25 µg/m³): solo 7 città superano il limite annuale. Lo dice il XIII Rapporto sulla Qualità dell’Ambiente Urbano, redatto dal Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente (SNPA) e presentato ieri a Roma.
 
Il Rapporto descrive la qualità delle vita e dell’ambiente nelle città italiane attraverso i dati di 119 aree urbane e 10 aree tematiche: Fattori Sociali ed Economici, Suolo e territorio, Infrastrutture verdi, Acque, Qualità dell’aria, Rifiuti, Attività Industriali, Trasporti e mobilità, Esposizione all’Inquinamento Elettromagnetico ed acustico, Azioni e strumenti per la sostenibilità locale.
 
Vediamone alcune:
 
Qualità dell’aria
Al 10 dicembre 2017, il valore limite giornaliero del PM10 è stato..
Continua a leggere su Edilportale.com


Fonte: Edilportale