Abusi edilizi, per la demolizione basta un sopralluogo

28/05/2019 – Il Comune può emettere l’ordine di demolizione di un immobile abusivo dopo aver negato la richiesta di accertamento di conformità. È arrivato a questa conclusione il Consiglio di Stato con la sentenza 2921/2019.
 
Demolizione senza nuovo sopralluogo, il caso
Nel caso preso in esame, il Comune aveva accertato la presenza di alcune opere abusive e, successivamente, aveva ordinato la loro demolizione. Nel frattempo, però, il responsabile aveva rimosso uno degli abusi e presentato una richiesta di sanatoria.
 
Il responsabile sosteneva quindi che l’ordine di demolizione non fosse valido perché indicava opere ormai non più esistenti, ma soprattutto perché era stato emesso dopo l’istanza di sanatoria e la richiesta di accertamento di conformità, che il Comune aveva negato.
 
Demolizione senza accertamento di conformità, ok del CdS
Il Tar prima e il Consiglio di Stato poi..
Continua a leggere su Edilportale.com

Powered by WPeMatico